Controtelaio termico: perché è importante?

Che sia per un progetto di ristrutturazione o nuova costruzione della tua nuova casa, la scelta del controtelaio è fondamentale per non avere problemi di isolamento termico in futuro.

Che cos’è il controtelaio è a cosa serve.

E quell’elemento che serve a riquadrare il foro finestra isolando la conduzione termica tra la parete e il telaio della finestra.

Crea inoltre la predisposizione per l’installazione oltre che della finestra, anche di accessori come le schermature solari, delle zanzariere, persiane o anche delle grate in ferro a seconda di quello che prevede il progetto dei tuoi lavori di ristrutturazione o nuova costruzione.

In questo articolo tratto la scelta dei materiali per realizzare un controtelaio termico“.

Avere un controtelaio fatto come si deve ti garantisce le prestazioni del giunto tra infisso e muratura, scongiurando o quantomeno limitando la formazione di condensa o muffa.

Sono molteplici i motivi per cui può formarsi la condensa e la muffa in casa, da cui anche la scelta sbagliata del controtelaio. Trovi tutto in questo articolo ==> Condensa sul vetro: le possibili e cause e soluzioni!

In un altro articolo ho parlato del controtelaio in ferro, del perché non sia “termico” e che ad oggi, non dovrebbe essere utilizzato per nessun tipo di costruzione o abitazione.

Viene spiegato tutto in maniera approfondita qui >> Controtelaio in ferro: perché devi evitarlo!

Contrariamente a quanto si dice molte volte, il controtelaio non serve a fissare e non occorre che sia rigido dal punto di vista della resistenza meccanica.

Ma serve a riquadrare il foro, e predisporlo per l’installazione di eventuali accessori del serramento, come l’avvolgibile, una persiana o una zanzariera.

Quali sono i materiali adatti per un controtelaio termico

LEGNO

Controtelaio termico
Legno multistrato marino con profilo di battuta a ELLE in PVC, con retina portaintonaco per il raccordo con il cappotto esterno.

PVC

Controtelaio termico
Controtelaio realizzato in PVC coestruso.

MONOBLOCCO

Controtelaio termico
Monoblocco termoisolante realizzato con spalle in PVC internamente, e poliuretano.

Sono validi tutti quei materiali che non siano “conduttori” di termicità come il LEGNO, PVC e altri isolanti come l’EPS, L’XPS, Neopor© o l’AEROGEL.

Esistono sul mercato tante versioni di controtelaio termico, e ognuna di queste risponde a delle determinate esigenze di condizioni dei luoghi e installazione di accessori nel vano murario.

Legni precomposti come l’OSB o il multistrato marino sono degli ottimi materiali per isolare il giunto tra il telaio della finestra e la muratura.

Anche il PVC oltre ad essere un materiale termico con valori molto bassi di conducibilità, possiede anche una buona resistenza meccanica.

L’utilizzo di materiali isolanti poliuretanici come quelli che abbiamo citato, si utilizzano prevalentemente per case a basso consumo energetico ( le famose CasaClima, PassivHouse o NZEB )

Se non sai cos’è una classe energetica di un edificio, ti invito a leggere l’articolo qui ⤵️ >>> Classe energetica di un edificio – cos’è e perché è importante

Controtelaio monoblocco: serve oppure no?

Un controtelaio monoblocco aumenterà notevolmente le prestazioni termiche creando una continuità tra infisso, parete e facciata esterna.

Controtelaio monoblocco costituito da: la parte interna in legno, nel mezzo fino alla muratura esterna del materiale isolante con una retina portaintonaco nel caso di cappotto esterno per creare una perfetta continuità tra tutti gli elementi agganciati alla muratura

Se stai progettando una casa a basso consumo energetico, o comunque degli interventi che influenzano in qualche modo il risparmio energetico;

la scelta del controtelaio non può certamente essere lasciata al caso! Rivolgiti sempre ad un professionista che riesca a trovare la soluzione più adatta ai tuoi problemi.

Optare per un controtelaio monoblocco ben realizzato e progettato, può essere infatti una spesa molto onerosa. Valuta sempre quindi se va bene per il tuo caso, oppure no.

Di base, da come credo avrai capito da questo articolo, pretendi sempre un controtelaio che sia termico e mai realizzato in ferro o altro materiale conduttore.

Peggioreresti il comfort abitativo della casa, e avresti problemi di muffa e condensa per sempre!


Non vuoi commettere errori nella scelta del controtelaio per la tua ristrutturazione o nuova costruzione?

Puoi decidere di affidarti alla nostra consulenza per guidarti alla scelta del controtelaio termico e del serramento più adatto per il tuo caso specifico.

Non devi fare altro che compilare il modulo che trovi qui in basso con tutti i tuoi dati, e sarai presto ricontattato per verificare insieme come meglio procedere.

Clicca qui

L’autore

Francesco Avitaia.

FRANCESCO AVITAIA

Scopri la nostra storia e in che modo dal 1985 aiutiamo le persone a vivere meglio nelle loro case grazie alla corretta scelta dei nuovi infissi. Clicca qui.

Se vuoi restare aggiornato e ottenere dei contenuti gratuiti ==>> clicca qui e iscriviti alla nostra newsletter

Possono interessarti anche questi ultimi articoli del blog

5 13 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments